Serve aiuto?
Giorno: 4 Marzo 2020
4Mar

Siete alla ricerca di un monopattino elettrico ma non sapete come orientarvi sulla scelta? Vi trovate esattamente nel posto giusto.

In questa pratica guida vi forniremo alcuni pratici consigli su come scegliere un monopattino elettrico che si adatti perfettamente alla vostre esigenze.

I monopattini elettrici sono veicoli a due o tre ruote azionate da un motore elettrico alimentato da una batteria ricaricabile: si tratta dunque di un dispositivo assolutamente ecologico visto che la batteria viene caricata semplicemente collegando il caricabatteria ad una normale presa di corrente

I monopattini elettrici sono relativamente semplici nel design, facili da usare e guidare, e piuttosto pratici: consentono di evitare le lunghe file di traffico, le spese per il carburante e anche quelle di un eventuale abbonamento per il servizio di mezzi pubblici della città.

Attualmente sul mercato esistono tantissimi modelli differenti di monopattino elettrico: vediamo insieme quali sono i parametri da considerare prima dell’acquisto.

BATTERIA E VELOCITA’

La maggior parte dei monopattini elettrici presenti in commercio sono equipaggiati con batterie ricaricabili agli ioni di litio. Quando si valuta l’efficacia di una batteria bisogna tenere bene in considerazione:

  • Durata: il numero di cariche che è possibile effettuare prima che sia necessario sostituirla.
  • Autonomia: quanto è possibile viaggiare con una singola carica.
  • Tempo di carica: quanto tempo ci vuole per far sì che il dispositivo raggiunga una carica completa.

La maggior parte delle batterie al litio solitamente ha una durata media di circa 5-6 anni, un’autonomia che si aggira intorno ai 40 minuti di corsa senza interruzioni in base alla potenzialità della batteria stessa e un tempo di carica che va dalle 4 alle 5 ore circa.

FRENI E SOSPENSIONI

Differenze più significative sono riscontrabili nell’impianto frenante e nelle sospensioni del monopattino elettrico. I freni sono fondamentali per la sicurezza del vostro veicolo, motivo per cui è preferibile optare per un modello con freno a disco anziché a molla o a parafango sensibile: i freni a disco sono i più affidabili in caso di cattive condizioni meteorologiche e nell’eventualità di brusche frenate d’emergenza.

Le sospensioni sono presenti soltanto sui modelli meno economici: l’opzione migliore sebbene più costosa è avere una sospensione solida sia sulla ruota posteriore che su quella anteriore per un’ammortizzazione completa anche sui terreni più difficili.

RUOTE

Ma le ruote? I modelli più basilari presentano ruote piccole e gommate, perfette per una superfice pianeggiante e asfaltata ma non per dislivelli, dossi e buche.

Dovete sapere che le dimensioni delle ruote influiscono notevolmente sulla prestazioni di guida: è essenziale che il monopattino abbia ruote da almeno 8 pollici, per poter superare gli ostacoli con maggior facilità e avere un po’ più di comfort durante la guida. Più grandi sono le ruote più è facile poter guidare su terreni accidentati e sabbiosi e su strade di montagna: le ruote più grandi aderiscono maggiormente al suolo e scaricano meglio gli sforzi.

Ma anche il materiale vuole la sua parte. Le principali tipologie di materiale esterno delle ruote sono tre:

  • Ruote piene: possono essere realizzate in plastica dura o in una schiuma polimerica, entrambe molto simili. Si tratta di materiali molto leggeri che purtroppo non consentono una grande aderenza al terreno e, per questo motivo, sono poco adatte a strade non perfettamente asfaltate.
  • Ruote gonfiabili: ruote in gomma dotate di camera d’aria, che assicurano una stabilità e una tenuta alla strada pressoché ottime, anche nelle curve più difficili. I monopattini con ruote gonfiabili sono adatti a qualsiasi genere di terreno o percorso, comprese strade bagnate o sdrucciolevoli.
  • Ruote in gomma siliconica: l’esatto compromesso fra la ruota piena e quella gonfiabile con un ottimo livello di ammortizzazione.

DESIGN E MATERIALI

Lo stile di un monopattino elettrico dipende dalle caratteristiche possedute dal veicolo quali peso, robustezza, materiali, possibilità di ripiegarlo, presenza della sella ecc.

La scelta dello stile dipende esclusivamente dalle vostre esigenze e dall’uso che intendete farne. Se pensate di portare il veicolo con voi su un treno o un autobus è preferibile optare per un modello con un telaio leggero e facilmente richiudibile, per ridurre l’ingombro. Se desiderate usare il vostro monopattino su strade non perfettamente asfaltate con dislivelli e ostacoli, dovete puntare su un modello piuttosto robusto e pesante con penumatici grandi e sospensioni efficaci. Se invece la vostra priorità è la comodità assoluta, allora dovete acquistare un modello dotato di un sedile orizzontale che vi consentirà di guidare seduti: si tratta delle scelta ideale per le persone che non hanno un grande senso dell’equilibrio ma che non vogliono rinunciare alla comodità del monopattino.

Per quanto riguarda i materiali dovete sapere che i monopattini elettrici sono disponibili con telaio in acciaio, alluminio o anche in fibra di carbonio. Quelli con telaio in fibra di carbonio sono senza dubbio più leggeri e facilmente trasportabili, ma risultano poco adatti a sopportare carichi troppo elevati o a percorrere strade dissestate. I monopattini con telaio in acciaio invece risultano essere più robusti: perfetti se il carico sul monopattino è superiore ai 90 kg e se intendete usarli prevalentemente su strade con dossi, buche e dislivelli.

SOFTWARE

Oltre agli aspetti tecnici ed estetici finora visti, bisogna guardare anche il software nei modelli più avanzati. Questi ultimi presentano una sorta di computer di bordo che consente di poter gestire alcune funzioni fondamentali e di poter accedere ad alcune informazioni essenziali tramite Bluetooth.

E’ possibile controllare la distanza percorsa, la velocità media, visualizzare la percentuale di batteria residua e in alcuni casi accedere a funzioni extra come il blocco del monopattino in caso di inutilizzo (una sorta di antifurto) o addirittura alla regolazione della forza frenante del motore.

BUDGET

L’ultimo parametro da considerare è ovviamente il budget: se desiderate acquistare un valido modello non dovete mai scendere al di sotto di 100€. Se desiderate acquistare un prodotto performante il prezzo sale a 300€, fino ad arrivare agli 800€ per un veicolo accessoriato e professionale.

Tenete bene a mente che l’acquisto di un monopattino elettrico è un vero e proprio piccolo investimento: dopo la piccola spesa iniziale, noterete un cospicuo risparmio economico. Ridurrete le spese per gas, benzina, mezzi pubblici, parcheggi, assicurazioni e tutti i problemi relativi alle auto e ai trasporti.

Eco Motori: mobilità elettrica a due ruote a Foligno