Serve aiuto?
Giorno: 13 Febbraio 2020
13Feb

Avete deciso di acquistare una fat bike e desiderate qualche informazione in più per orientarvi meglio nella vostra scelta? Questo articolo fa proprio al caso vostro.

Le fat bike rappresentano l’evoluzione delle classiche mountain bike, in grado di affrontare percorsi accidentati e terreni particolarmente angusti con neve, sabbia, fango o ghiaia in modo impeccabile.

Il termine “fat” fa riferimento alle sue ruote con pneumatici e cerchi molto ampi, definite “grosse”,in grado di garantire una maggiore aderenza con il terreno di percorrenza e una maggior libertà di movimento.

Di seguito vi daremo alcune pratiche dritte su come scegliere una fat bike adatta alle vostre esigenze.

DIFFERENZE CON LA MBT

Esteticamente le fat bike sembrano identiche alle mtb ma in realtà essendo state progettate con ruote nettamente più grandi, presentano alcune importanti differenze.

Chiaramente per ospitare ruote di tali dimensioni è necessario avere cerchi specifici (da 44 a 100mm di canal), la cui peculiarità è la presenza di forature nella parte centrale. Tali forature che funzione hanno? Oltre ad alleggerire il peso sui cerchi, consentono di aumentare la deformazione della gomma quando si incontrano eventuali ostacoli.

Per poter alloggiare le voluminose gomme, il telaio deve avere un passaggio ruota particolarmente generoso e dunque anche la battuta standard del mozzo deve essere più larga. Anche gli steli della forcella inferiore devono essere molto più distanti tra loro e lasciare lo spazio necessario alle gomme.

Per quanto riguarda il resto dei componenti, le differenze tra una fat bike ed una bici tradizionale sono praticamente nulle.

SCELTA DELLA DIMENSIONE

Un criterio che deve essere preso in considerazione non soltanto nella scelta di una fat bike ma per qualsiasi tipologia di biciletta. E’ fondamentale che la dimensione sia adeguata alla vostra statura.

Pedalare usando un modello oversize o troppo piccolo è controproducente: tecnicamente è fattibile ma lo sforzo è nettamente maggiore e il comfort alla guida è ridotto.

Per questo motivo è opportuno prendere le vostre misure antropometriche e confrontarle attentamente con le indicazioni fornite dalla casa produttrice della fat bike che avete intenzione di acquistare per capire qual è la dimensione adatta alle vostre richieste e dunque alla vostra corporatura.

KIT TELAIO O BICI COMPLETA?

Questa scelta è decisamente personale. Sicuramente una fat bike completa è molto più conveniente rispetto all’acquisto di un kit telaio da montare con componenti nuovi, ma nel caso possediate qualche componente da “riciclare” oppure se desiderata personalizzarla completamente la scelta non é più tanto ovvia.

PRESSIONE GOMME FAT BIKE

Che tipo di pressione devono avere le gomme di una fat bike?

La pressione è un parametro che va valutato accuratamente in base alla tipologia di terreno da affrontare. Se da una parte la pressione alta garantisce più scorrevolezza e quindi enormi vantaggi su salite asfaltate o in generale su strade compatte, dall’altro lato genera un rimbalzo maggiore che fa diminuire il controllo sui sentieri irregolari. Su strade difficili, ricche di dislivelli, è preferibile optare per una pressione bassa.

Ricapitolando se intendete utilizzarla off road le gomme devono necessariamente stare ad una pressione bassa mentre se intendete usare la fat bike come bici da città, è preferibile che la pressione sia più alta.

MATERIALE TELAIO

Una delle domande più frequenti prima dell’acquisto di questo modello è: qual è il materiale migliore?

Per la produzione delle fat bike vengono usati materiali quali acciaio, alluminio e fibra di carbonio. I diversi telai vengono realizzati intorno a delle forcelle rigide o ammortizzate.

La forcella di una fat bike è un elemento fondamentale visto che ricopre un ruolo determinante sulla sospensione del mezzo e quindi sulla sua capacità di attutire scossoni e dislivelli del terreno.

Vediamo insieme nel dettaglio i materiali:

  • Acciaio: il materiale più utilizzato da sempre. Ancora oggi ha qualità insuperabili: facilità di lavorazione e saldatura, grande robustezza e durata, bassi costi di produzione e soprattutto possibilità di avere biciclette perfettamente su misura, grazie a tubi che si possono assemblare con la massima precisione. L’unico limite è il peso.
  • Alluminio: senza dubbioè un materiale molto più leggero rispetto all’acciaio. Negli ultimi anni ha riscosso un notevole successo grazie all’eccellente rapporto qualità/prezzo e alla sua leggerezza. L’unico difetto è che tende ad essere piuttosto rigido e poco resistente al deterioramento.
  • Fibra di carbonio: materialeleggero e notevolmente resistente.Un telaio in carbonio ha costi leggermente maggiori.

TIPOLOGIE FAT BIKE

In commercio troverete diverse tipologie di fat bike: le classiche ammortizzate, le bi-ammortizzate (sia anteriormente che posteriormente) e quelle a pedalata assistita.

La Fat bike elettrica che sta riscuotendo un notevole successo sul mercato, si distingue dal modello classico perché presenta quattro componenti principali: motore elettrico, batteria, display e sensore di pedalata.

LE MARCHE PIU’ FAMOSE

Se non sapete orientarvi sulla scelta vi indichiamo quali sono le marche celebri nella produzione di Fat Bike: Surly, Salsa, Rocky Mountain, Canyon, le europee On-One e Sandman e 907 e Fatback, provenienti dall’Alaska.

Stabilire qual è la marca migliore tra quelle sopra elencate non è possibile. Ogni produttore di fatbike offre modelli che si distinguono per diverse caratteristiche e ovviamente per varie fasce di prezzo in base al proprio budget.

PERCHE’ SCEGLIERE UNA FAT BIKE?

Quali sono i vantaggi di possedere una fat bike? Perché dovreste acquistarne una?

Eccovi tre validi motivi per cui vale la pena acquistare questa biciletta:

  • Perfetta per gli sport estremi: se siete ciclisti perennemente alla ricerca di avventure, escursioni in montagna e se amate pedalare su percorsi complicati, è il modello perfetto per voi.
  • Guida sicura e confortevole: queste bike sono perfette anche da utilizzare in città. Potete pedalare in totale tranquillità, senza preoccuparvi troppo di dislivelli, asfalto bagnato, buche o eventuali ostacoli.
  • Divertimento assicurato: grazie a queste bike potete decidere di percorrere anche itinerari “non classici” e “strade particolari” e ciò inevitabilmente renderà la guida più divertente e stimolante.

Eco Motori: mobilità elettrica a due ruote a Foligno